Home / Articoli PNL / Cosa è la PNL (e soprattutto cosa NON è)

Cosa è la PNL (e soprattutto cosa NON è)

Ci sono sin troppe discussioni ultimamente su ciò che è esattamente la PNL (Programmazione Neuro-Linguistica). È inutile girarci attorno, su questo argomento le opinioni sono tante, spesso discordi e fin troppo spesso basate unicamente su elucubrazioni, e non su esperienze dirette. Proprio per questo, con questo articolo vorrei rendere questo argomento il più limpido e cristallino possibile.

In mezzo alle tante voci che si sollevano quando si parla di PNL, ce ne sono alcune che ritengo davvero fondamentali. La prima è certamente quella di uno dei suo creatori, il Dr. Richard Bandler, che in un suo libro la descrive così:

E’ un atteggiamento che ha a che fare con la curiosità, con la voglia di conoscere le cose, di voler influenzare le cose, e di volerle influenzare in modo positivo.

Secondo Steve Andreas, invece, si tratta di

un modello esplicito e potente dell’esperienza umana e della comunicazione. Utilizzando i principi della PNL è possibile descrivere qualsiasi attività umana in modo dettagliato, così da permettere di effettuare molti cambiamenti profondi e duraturi in modo semplice e veloce.

Ovviamente, ci sono state molte altre definizioni. Quello che mi piace qui ricordare è che “la PNL è uno studio della soggettività nel comportamento umano”.

Quando, infatti, parliamo di Programmazione Neuro-Linguistica, non stiamo facendo riferimento ad una scienza, bensì ad un approccio alla comunicazione, al comportamento e allo sviluppo personale.

Esiste un forte legame tra la nostra neurologia (ovvero, come pensiamo) e il nostro linguaggio (verbale e non verbale), e – cosa estremamente interessante – la modifica del modo in cui ci esprimiamo (con noi stessi e con gli altri) può cambiare come funziona il nostro modo di pensare. E, di conseguenza, cambiando come funziona il nostro pensiero possiamo cambiare i nostri risultati.

La Programmazione Neuro-Linguistica vede il cambiamento come qualcosa di facile, che è possibile attuare utilizzando opportuni sistemi linguistici e facendo leva su determinati stati di coscienza. Non a caso, un esperto di PNL può aiutarti a guardare le esperienze a livello della struttura, e, se necessario, a portare piccole modifiche ma accurate per produrre risultati profondi.

A tale riguardo da tutto il mondo ci arrivano conferme di questa modalità operativa.

Proprio per questo è fondamentale che per te sia chiaro anche cosa NON è la Programmazione Neuro-Linguistica.

Non si tratta di magia, anche se per la velocità e la semplicità con cui produce risultati, può apparire quasi un miracolo agli occhi dei non addetti ai lavori.

Non è una forma di psicoterapia: chi fa PNL non fa psicoanalisi, ma comprende la struttura della comunicazione del soggetto (quello che ha di fronte o sé stesso), da questa ricava il modo in cui elabora le informazioni e, da qui, genera una strategia.

Non è una scienza, anzi, si tratta di un metodo empirico, in costante aggiornamento, elastico e flessibile, che si basa sull’osservazione di strategie che funzionano e sul modo in cui chiunque può usare quelle stesse e identiche strategie.

Non si tratta di una disciplina spirituale. Per quanto alcuni la utilizzino in questo modo, la PNL non ha alcuna pretesa sull’ambito dell’anima. Certo, lavora su credenze, convinzioni e comportamenti e questi possono riguardare anche gli aspetti spirituali, ma non è questa la sua prerogativa.

Lo studio della PNL (almeno all’interno dei programmi ufficiali) si basa sull’apprendimento della struttura del linguaggio e dei comportamenti. Una volta appresa questa struttura, la possiamo utilizzare per modificare proprio il linguaggio e i comportamenti che la compongono. Ancora Richard Bandler quando parla di questa disciplina, la descrive come un modo per insegnare alle persone ad usare al meglio la propria mente.

I risultati che si possono ottenere sono davvero entusiasmanti:

  • Essere più consapevoli dei sentimenti, delle emozioni e dei pensieri.
  • Raggiungere gli obbiettivi importanti della propria vita.
  • Comunicare con gli altri in modo efficace.

Come puoi aver notato, sono stato volutamente vago nel darti solo tre risultati, proprio perché in realtà ognuno di questi potrebbe essere declinato in almeno altri venti risultati diversi e specifici.

Proprio per questo, a mio avviso, chi vuole imparare questa disciplina non solo deve essere molto motivato, ma deve anche avere ben chiaro quali sono i risultati che vuole ottenere. Una volta compreso questo è possibile iniziare un percorso di formazione, che non potrà che dare ottimi risultati.

Se anche tu vuoi iniziare adesso, clicca qui

Su di me Roberto Castaldo

Mi presento sono Roberto Castaldo Imprenditore, Business, Corporate e Sport Coach. Sono un consulente aziendale e formatore professionista specializzato nella gestione delle risorse umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *