Sicurezza: le cinque chiavi per essere sicuri di sé
Home / Articoli PNL / Le 5 chiavi per essere sicuri di sé
Le cinque chiavi per essere sicuri di sé

Le 5 chiavi per essere sicuri di sé

Che cos’è davvero la sicurezza, quando ci riferiamo a una persona?

Secondo Treccani, è “la condizione di chi ha fiducia in sé stesso, nelle proprie capacità e possibilità”.

Parlando di sicurezza e in particolare di sicurezza in se stessi, il pensiero di ognuno di noi va immediatamente a tutte le volte che il volto è diventato rosso parlando in pubblico, oppure magari a quando fare una semplice telefonata ha fatto balzare il cuore in gola.

La mancanza di sicurezza può essere un vero è proprio problema: può impedirci di fare ciò che vogliamo davvero. Oppure può farci fare ciò che vogliamo senza convinzione, portandoci ad esibire una performance che potrebbe essere di gran lunga migliore se solo ci sentissimo davvero sicuri.

Questo può riguardare tanto la tua sfera intima e personale, quanto quella professionale, magari il chiedere un aumento al tuo datore di lavoro, presentarti ad un cliente, così come il parlare durante una presentazione.

Sono tutte azioni che appartengono alla nostra quotidianità e sono tutte azioni che possono essere seriamente lesionate da una mancanza di sicurezza.

Proprio per evitare tutto questo, voglio condividere con te le cinque chiavi che ti aiuteranno a spalancare le porte della tua sicurezza.

Si tratta di chiavi davvero potenti e starà a te usarle per aprire quelle porte che permettono alla sicurezza di farsi largo, a poco a poco, dentro di te.

1° chiave per la sicurezza – Sii positivo

Sembrerà scontato ma le persone che hanno un alto grado di sicurezza sono positive e per positive intendo dotate di un atteggiamento che le porta ad amare sé stesse e ciò che fanno. Questo come si trasforma in comportamenti? In primo luogo non cominciare mai una conversazione criticando un’altra persona, luoghi o personaggi famosi. Al contrario, resta concentrato su ciò che ami e le persone si lasceranno coinvolgere e staranno volentieri al tuo fianco. Quando, invece, dai l’impressione di odiare qualsiasi cosa, le persone si preoccuperanno che la tua negatività sia contagiosa. E per quanto tu possa esprimere sicurezza nel parlare di ciò che non ti piace, stai certo che si tratta di una particolare forma di sicurezza tossica che allontana chiunque.

2° chiave per la sicurezza – Parla con convinzione 

Mi raccomando, su questo punto devi fare particolarmente attenzione: non vuol dire parlare più degli altri, o a voce più alta.  Più semplicemente, quando parli e dici qualcosa di importante, devi farlo con convinzione; devi parlare con un ritmo rilassato e in modo chiaro. Per allenarti in questa pratica, puoi registrarti mentre parli, assicurandoti che la tua sicurezza trapeli da ciò che dici e dal tono di voce che usi. Ti capiterà di non riconoscerti nel suono della tua voce: è una cosa normale che succede a tutti quando si riascoltano.

3° chiave per la sicurezza – Ama e accetta te stesso

Le persone che possiedono realmente la sicurezza di sé amano il proprio modo di essere, le proprie azioni e il proprio aspetto. Cosa vuol dire?  Che quando interiormente hai fiducia in te stesso, fai in modo di mettere in evidenza le tue buone qualità, affrontando i tuoi difetti e lavorando sul tuo aspetto esteriore affinché tu possa mostrare che tutto ciò è importante per te. Ricorda: per diventare la persona che si vuole essere, bisogna lavorare su di sé; ma quando si comincia questo lavoro allora puoi iniziare ad avere fiducia nel fatto che meriti di essere quella persona e in parte già lo sei diventata.

4° chiave per la sicurezza – Fai una lista dei tuoi successi. 

Una delle cose che fanno le persone con una scarsa sicurezza è tendere a dimenticare tutti i piccoli e grandi successi che hanno ottenuto. Quindi, dedica un po’ del tuo tempo a segnare tutto quello di cui sei fiero, tutto ciò che hai fatto e ti ha regalato in cambio una grande soddisfazione. Dopo aver fatto questo, aggiorna periodicamente la lista. In questo modo imparerai a ricordarti chi sei, quali sono le tue potenzialità e questo inizierà a farti comportare ed esprimere con maggiore sicurezza.

5° chiave per la sicurezza – Pratica la gratitudine

Spesso si crede che ringraziare qualcuno significa porsi ad un livello a lui inferiore, come se nel dire grazie ci si prostrasse di fronte a qualcuno. Niente di più sbagliato! Essere grati vuol dire “dare valore” a qualcuno che ci ha dedicato il suo tempo e le sue energie. Essere grati vuol dire apprezzare qualcuno, per quel che fa e ciò che è. Fare questo non solo ti farà percepire come una persona che ha grande sicurezza, ma anche come una persona con cui è bello stare in compagnia, proprio perché in grado di apprezzare chi lo circonda.

Come forse hai notato tu stesso, queste cinque chiavi sono molto facili da usare. La domanda è: sei pronto a spalancare le porte della tua sicurezza?

Che è un po’ come domandarti: sei disposto a darti da fare per diventare più sicuro di te stesso?

La Programmazione Neuro Linguistica è uno strumento che può esserti utile non solo per focalizzarti su questo obiettivo, ma anche per accedere a tutte quelle risorse nascoste che già sono al tuo interno, ma aspettano solo un piccolo aiuto per poter salire in superficie. Se vuoi iniziare a sperimentarla da adesso, clicca qui e scopri il programma che fa per te.

Su di me Roberto Castaldo

Roberto Castaldo
Esperto #1 in Italia sul Performance Management Giornalista pubblicista iscritto all’Albo nazionale dei Giornalisti presso l’Ordine Regionale della Campania Coach Professionista riconosciuto ex Legge 4/2013 Sono un Performance Management Specialist, ex atleta ed allenatore di Basket, appassionato di cartoni animati e cultura pop anni ‘80.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *