Home / Articoli PNL / Le 7 bugie in cui forse credi anche tu

Le 7 bugie in cui forse credi anche tu

Un vecchio adagio recita: “Le bugie hanno le gambe corte”, il che significa che ogni bugia è destinata, prima o poi, ad essere sconfessata.

Uno degli argomenti sui quali, chissà perchè, la gente ama maggiormente inventarsi delle storie e dire della bugie è la PNL.

Sono davvero tante le persone che sentendomi parlare di PNL o del fatto che io sia un Licensed Trainer mi guardano come se gli avessi appena urlato contro le peggiori offese del mondo, come se gli stessi per ammazzare il cane o avessi confessato la mia irrefrenabile passione per la pratica del satanismo!

Alla parola PNL ecco che partono le più tetre elucubrazioni: si va dalla setta alla quale possono partecipare solo un numero molto ristretto di iniziati, i quali imparano la maniera più diabolica per poter fare il lavaggio del cervello alla gente e indurle a fare ciò che loro voglio, si passa poi al gruppo di scalmanati che battono le mani ed urlano slogan senza senso, incitati da un “formatore” in giacca e cravatta in piedi sul palco, a ritmo di musica dance o canzoncine create ad hoc per l’occasione, fino ad arrivare, e questa è la mia preferita, al manipolo di venditori senza scrupoli, simili a quelli del porta a porta, che per una cifra assolutamente spropositata ti regalano qualche giorno di chiacchiere ed aria fritta che, in fin dei conti, ti fa solo venire un gran mal di testa.

Se anche tu hai pensato una di queste cose, allora davvero non hai capito nulla di Programmazione Neuro Linguistica, e forse nemmeno meriti che io perda tempo con te e con i tuoi preconcetti.

Purtroppo per me, e fortunatamente per te, ci tengo che tu non rimanga nell’ignoranza in merito alla PNL, per questo ho deciso di scrivere questo articolo proprio pensando a te e a tutti i falsi miti che ti hanno propinato sulla PNL, passando subito a sconfessare quelle che sono le 7 bugie più grandi sulla disciplina. (leggi anche http://www.pnlcorsi.it/si-conosce-davvero-la-pnl/).

Bugia n°1: la PNL non rende eccellenti

Questa frase equivale a dire che “la torta di mele non è una torta”! La torta di mele è una torta così come la PNL rende eccellenti! La PNL trae la sua origine proprio dallo studio delle persone eccellenti, nel tentativo (riuscito) da parte di Bandler e Grinder di studiare e codificare i metodi, i processi e le strutture che hanno permesso a questi individui di portare a consapevolezza i loro talenti nascosti, trasformandoli in tecniche flessibili, utilizzabili da chiunque in qualsiasi ambito della loro vita.

Bugia n°2: Con la PNL puoi trasformare gli altri in schiavi

La PNL parte proprio dal presupposto contrario, ovvero che ogni persona ha in sé un talento che deve solo portare all’attenzione delle sua consapevolezza. Una volta che la persona riconosce e valorizza le proprie risorse, prendendo piena conoscenza di se’, dei suoi obiettivi e dei risultati ai quali vuole aspirare, nulla al mondo, men che meno un’altra persona, avrà la capacità di prevaricare sulla sua identità, la quale è pienamente focalizzata sul raggiungimento dell’eccellenza.

Bugia n°3: la PNL è manipolazione

Una delle ragion d’essere della PNL è il rapporto con l’altro, il quale non potrà mai e poi mai essere usato come un fantoccio, ma solo ed esclusivamente come un potenziale di arricchimento per il proprio interlocutore. La PNL consente di andare a reperire le risorse delle quali non si dispone attingendole dalle esperienze altrui; essendo nata proprio come disciplina di modellamento, molte tecniche della PNL sono orientate alla calibrazione dell’altro, lasciando la possibilità di acquisirne la mappa mentale. L’efficacia delle tecniche di PNL, inoltre, dipende molto dalla capacità dell’operatore di entrare in rapport, ovvero in completa sintonia con il suo interlocutore, per poi operare mantenendo costante un livello di attenzione per valutare il feedback, in modo da poter ricalibrare continuamente l’azione da intraprendere. (leggi anche http://www.pnlcorsi.it/feedback-vs-fallimento/).

Bugia n°4: La PNL è un’insieme di tecniche

La PNL è una disciplina che non si apprende da un giorno all’altro. La Programmazione Neuro Linguistica mette a disposizione di coloro che si avvicinano alla materia tutti gli strumenti utili per puntare al raggiungimento dell’eccellenza umana, il che, ti assicuro, non è assolutamente una passeggiata. Io stesso, pur essendo Licensed Trainer of NLP, formatomi direttamente con il padre fondatore della disciplina Richard Bandler, dopo più di quindici anni dal primo approccio con la PNL posso dirti di padroneggiare al massimo un 30% del totale degli strumenti forniti dalla disciplina, per questo motivo invito caldamente gli “occasionali” della PNL a continuare a starsene a casa o a seguire i corsi di “formatori” certamente più preparati di me (questa è una battuta ovviamente).

Bugia n°5: la PNL è spettacolo

L’ipnotista Milton Erickson è stata una delle tre personalità (assieme a Virginia Satir e Fritz Perls) ad essere modellato da Bandler e Grinder nel momento in cui la PNL iniziò la sua teorizzazione. Ipnotista appunto, non pagliaccio o buffone di corte che faceva cadere in trance i suoi pazienti per farli librare nell’aria, fargli fare il verso delle gallina o qualsiasi altra cosa tra le più degradanti che un uomo possa fare. L’ipnosi ericksoniana è stato un modo tutto nuovo di fare psicoterapia, un metodo che ha ispirato e non poco la PNL, in particolar modo in relazione all’idea che ogni individuo sia unico e diverso dagli altri e che abbia in sé già tutte le risorse per poter guarire dai suoi problemi.

Bugia n°6: La PNL non è la cura a tutti i mali

Chi pensa che la PNL sia semplicemente la disciplina che aiuta a migliorare la comunicazione, certamente ha una visione molto limitata dell’argomento. La PNL è questa è tante altre cose, come ad esempio:

  • la capacità di raggiungere scopi specifici,
  • la risoluzione delle problematiche di natura psicosomatica,
  • il miglioramento delle relazioni e dei rapporti interpersonali,
  • il superamento dei blocchi invalidanti e delle dipendenze,
  • la possibilità di puntare all’eccellenza umana.

Bugia n°7: La PNL non è per tutti

Chi ha detto che saper andare in bicicletta è solo una questione per bambini di tre anni? Tutto si può imparare nella vita, anche la PNL. L’unica avvertenza che posso farti è quella di non avvicinarti alla materia con scetticismo, preconcetti o con la speranza di imparare subito una serie di tecniche da poter utilizzare in maniera facile e veloce per risparmiare tempo. Approcciarsi alla PNL nella maniera giusta, con la voglia di apprendere, sperimentare e mettersi in gioco, è sicuramente il primo passo da fare per dare una svolta alla propria esistenza e raggiungere l’eccellenza

E tu cosa aspetti? Cambia ora la tua vita! Richiedi subito tutte le info sul prossimo corso.

Non perdere l'occasione di CAMBIARE la tua vita!

Su di me Roberto Castaldo

Mi presento sono Roberto Castaldo Imprenditore, Business, Corporate e Sport Coach. Sono un consulente aziendale e formatore professionista specializzato nella gestione delle risorse umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *