Home / Articoli PNL / Le 3 tipologie di autostima

Le 3 tipologie di autostima

Sai già com’è la tua autostima?

 

L’autostima è “il processo soggettivo e duraturo che porta il soggetto a valutare ed apprezzare se stesso tramite l’autoapprovazione del proprio valore personale fondato su autopercezioni. La parola autostima, infatti, deriva dal termine stima, ossia la valutazione e l’apprezzamento di se stessi e degli altri”.

L’autostima, quindi, ha una valenza prettamente soggettiva, che deriva da ciò che pensiamo di noi stessi in relazione alle nostre capacità, competenze e potenzialità, e non da quello che è il giudizio che hanno gli altri della nostra persona.

L’autostima è un fattore determinante per raggiungere il benessere, non solo fisico, ma anche mentale, perchè è attraverso di essa che riusciamo a relazionarci in maniera positiva e senza pregiudizi con l’ambiente che ci sta attorno.

Tuttavia, non è possibile definire l’autostima come qualcosa di unico, che si manifesta in maniera uguale in ogni persona; la percezione che abbiamo di noi stessi, infatti, dipende sempre da ciò che accade in un preciso e determinato momento della nostra vita e, soprattutto, dal modo in cui noi reagiamo a tali avversità o situazioni positive.

Per tale motivo è possibile distinguere tre tipologie diverse di autostima, le quali ci definiscono come persone, ma che non sono categorie ben precise e definite, piuttosto un continuum che mette in risalto quello che è un carattere predominate del nostro essere.

Il primo tipo di autostima è l’autostima gonfiata; le persone che ne sono in possesso si reputano superiori agli altri e non hanno alcun dubbio nel sottovalutare e mettere in una posizione di subalternità chi gli sta attorno. Si tratta di un tipo di autostima ovviamente molto dannoso e negativo, perchè si frappone come una barriera tra il soggetto e il mondo esterno, impedendogli di instaurare relazioni affettuose e sane.

Il tratto dominante di questo tipo di autostima è la competitività, sempre presente, che si caratterizza con una continua volontà di essere al di sopra degli altri. Per chi ha un’autostima gonfiata, la felicità consiste nel raggiungere il successo. Un’autostima di questo tipo è infruttuosa, perchè determina un’incapacità di ascoltare ed essere autocritici. Non riuscendo a correggere i propri errori, le persone con un’autostima gonfiata danno sempre la colpa agli altri, disprezzandoli e comportandosi in maniera ostile nei loro confronti, perchè li vedono sempre come la concorrenza.

Una cosa è certa: dietro una persona con l’autostima gonfiata si nasconde un individuo molto insicuro, superficiale e materialista.

Il secondo tipo di autostima è l’autostima alta, grazie alla quale le persone riescono ad accettarsi e valorizzarsi in maniera piena e totale. Si tratta di un’autostima molto positiva, perchè il soggetto è soddisfatto della propria vita ed ha il coraggio e la forza di affrontare con facilità gli ostacoli di ogni giorno, rendendo tutto molto più semplice.

La gioia di una persona con autostima alta non sta nel confrontarsi con gli altri e reputarsi superiore, ma è essere semplicemente ciò che sono. Credere in se stessi ed avere fiducia, quindi, sono i tratti distintivi di tali personalità, le quali, dall’alto della loro sicurezza, non si mostrano però arroganti, ma in pieno controllo delle situazioni, evitando che gli avvenimenti negativi possano turbarli e destabilizzarli.

Tuttavia, non sempre è possibile riuscire a mantenere costantemente alta la propria autostima, questo perchè alcuni atteggiamenti aggressivi o passivi, il non adottare altri punti di vista e il senso di competizione che possono essere trasferiti da un dato contesto nel quale si vive (come ad esempio quello lavorativo), possono aumentare il grado di insicurezza, facendolo diventare qualcosa di insostenibile ed insopportabile.

Il terzo tipo di autostima è la scarsa autostima, quella che contraddistingue individui che non si valorizzano, non hanno fiducia nelle proprie capacità e provano insicurezza in ogni situazione; sono persone infelici, continuamente bloccate dalla paura del fallimento in ogni cosa che fanno (o provano a fare). Una persona con scarsa autostima sente la necessità di parlar male degli altri, perchè è solo screditando chi gli sta intorno che può aspirare a sentirsi meglio con se stesso.

Chi ha una scarsa autostima vive momenti di estrema euforia quando tutto va bene, ma appena qualcosa va storto ecco che la considerazione che hanno di se stessi cala rapidamente, cosa che li porta a farsi influenzare facilmente e a non sostenere né difendere le proprie opinioni.

Ciò che maggiormente blocca le persone con scarsa autostima, però, è l’indecisione, che si esprime nella perenne paura di sbagliare perchè non si ritengono all’altezza della situazione che devono affrontare.

Quindi, per chi è in possesso di un’autostima gonfiata o scarsa è difficile cambiare la propria condizione, se invece l’autostima è alta la strada per raggiungere la felicità e la soddisfazione nella vita è tutta in discesa.

Migliorare la propria autostima è possibile seguendo il corso PNL Practitioner, tenuto a Napoli dal dott. Roberto Castaldo, Licensed Trainer di PNL e fondatore della 4 M.A.N Consulting.

Scopri cos’altro può fare la PNL per te! Scarica il report gratuito su www.pnlcorsi.it/pnl-report/.

Su di me PNL Corsi

PNL Corsi
Mi presento sono Roberto Castaldo Imprenditore, Business, Corporate e Sport Coach. Sono un consulente aziendale e formatore professionista specializzato nella gestione delle risorse umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *