Home / Articoli PNL / La Programmazione Neuro Linguistica è una scienza?

La Programmazione Neuro Linguistica è una scienza?

Uno degli attacchi che sento più spesso sulla Programmazione Neuro Linguistica è che questa non è affatto una scienza.

In realtà, hanno ragione: la Programmazione Neuro Linguistica non è una scienza. Allo stesso tempo si basa su riscontri scientifici e si pone con un atteggiamento scientifico.

È che spesso si tende a fare confusione con i termini.  

Essendo scientifica dovrebbe significare che la disciplina segue i principi del metodo scientifico, i quali postulano che date certe condizioni, un test dovrebbe essere in grado di essere riprodotto altrove e ottenere i medesimi risultati. Certo, c’è anche da dire che ci sono un bel po’ di scienze che non sono in grado di seguire strettamente il metodo scientifico, basta solo dare un’occhiata al campo delle scienze sociali.

Sulla base di dati scientifici“, invece, è una storia completamente diversa.

Ci sono un sacco di discipline che utilizzano conoscenze scientifiche per creare nuovi prodotti.

È questo che la tecnologia fa!

Voglio farti subito un esempio per farti comprendere la differenza.

Alla fine del 1800 c’erano alcuni scienziati che lavorano sulla trasmissione di onde elettromagnetiche.

James Clerck Maxwell ha sviluppato il modello matematico che ha dimostrato la possibilità di trasmissione delle onde nella sua opera “Una teoria dinamica del campo elettromagnetico” del 1865.

Eppure non è riuscito a trasmettere onde.

È stato Heinrich Rudolf Hertz che l’ha fatto, anche se non riuscì a trovare alcun uso per questo fenomeno.

Fu Guglielmo Marconi a rendere finalmente utile questa tecnologia.

Era uno scienziato? No, per niente, era un ingegnere!

Ed ha usato il metodo scientifico per creare la prima radio? No, certo che non l’ha fatto.

Allo stesso modo Noam Chomsky ha sviluppato la teoria della grammatica trasformazionale nel 1955 e, anche se ha sviluppato la teoria della grammatica universale e la teoria grammatica generativa, si trattava solo di teorie.

Da queste teorie Richard Bandler e John Grinder hanno iniziato a costruire le basi e i primi passi della Programmazione Neuro Linguistica.

Chiunque può affermare giustamente che Albert Ellis, Aaron T. Beck o anche Ivan Pavlov o B.F. Skinner sono stati gli scienziati che teorizzavano su ciò che praticamente va ad utilizzare la PNL.

E questo è vero, nessuno lo può negare!

Infatti tanto i fondatori della disciplina quanto i trainer certificati non hanno mai affermato che questa base sia stata scoperta dalla Programmazione Neuro Linguistica. Ha semplicemente utilizzato dei principi, così come ha fatto Marconi quando ha creato la radio.

Ma c’è anche da dire che molti dei meccanismi e dei procedimenti che la Programmazione Neuro Linguistica ha iniziato ad utilizzare sono poi stati confermati dalla scienza. Basta solo pensare a quando negli anni ’70 si parlava di Rapport come strumento per far crescere l’empatia e la familiarità. Solo all’inizio degli anni ’90 si cominciò a parlare dei neuroni specchio, struttura della mente umana che andava a confermare come il rapport funzionava.

Anche in questo casi, la PNL non è una scienza. Si tratta di una vera e propria tecnologia.

Non credo di poter biasimare i detrattori della PNL quando dicono che non è una disciplina seria, perché in effetti, ci sono sin troppe persone che blaterano cose senza senso in nome della PNL. E mi sento davvero in imbarazzo quando leggo e ascolto a queste persone.

Ma la Programmazione Neuro Linguistica è fondamentalmente uno strumento di modellamento. È uno strumento per la creazione di descrizioni di processi, processi umani.

Come strumento, l’unico modo che ha per essere convalidato è attraverso i risultati che ottiene.

Anche se nessuno ha dato alcuna prova scientifica alla dimostrazione che la radio di Marconi che funziona, è innegabile che ci sia un sacco di gente che ha potuto passare del tempo ad ascoltare la musica o i suoi programmi preferiti.  

E la PNL è stata applicata nell’allenamento mentale allo sport, nella gestione di negoziazioni a livello internazionale, è stata applicata dalla multinazionali e da singoli praticanti di tutto il mondo nell’arco di quarantacinque anni.

Forse mi chiederai: è stata usata sempre con ottimi risultati?

Probabilmente no!

Ma, diciamoci la verità, c’è qualcosa che può sempre fornire il 100% di precisione?

Si tratta pur sempre di una tecnologia usata dall’essere umano che – un po’ per attitudine e un po’ per ‘allenamento’ – la renderà più o meno funzionale.

 

Su di me Roberto Castaldo

Roberto Castaldo
Mi presento sono Roberto Castaldo Imprenditore, Business, Corporate e Sport Coach. Sono un consulente aziendale e formatore professionista specializzato nella gestione delle risorse umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *