Home / Articoli PNL / La PNL manipola

La PNL manipola

In Italia, quando non si conosce qualcosa, la si demonizza, perché è più semplice fare questo rispetto all’informarsi e al sapere di cosa si parla. Ha subìto questo trattamento l’omeopatia, ed ora molti cercano di difendersi dai danni provocati dai “veri” medicinali usando farmaci naturali, è successo all’osteopatia, ad alcuni tipi di terapie psicologiche innovative ecc…, e potremmo stare qui ad elencarne ancora tantissime.

In un post sulla pagina Facebook di un deputato del M5s si legge: “Casaleggio, per quanto mi riguarda, riprenditi i consulenti che ci hai mandato”. I consulenti ai quali ci si riferisce sono degli esperti di PNL assegnati agli eletti del Movimento, allo scopo di migliorarne la qualità della comunicazione personale.

La PNL (Programmazione Neuro Linguistica) è una disciplina basata sullo studio dei comportamenti e del linguaggio dei grandi uomini della storia, da questi sono stati estratti dei modelli seguendo i quali ognuno può migliorare la propria comunicazione interpersonale e, in generale, sviluppare una crescita personale che può rispecchiarsi nel lavoro e nella famiglia. Questo deputato parla di “trucco” da parte di Beppe Grillo e sostiene che, a causa di questi consulenti, quelli del M5s si sono “adeguati alla comunicazione peggiore che potevano fare: l’uso della rete come grande strumento infamatore di massa, che è la nuova frontiera”.

La stampa ha subito cavalcato la polemica. La Programmazione Neuro Linguistica è stata presentata come una tecnica per «fottere il cervello degli italiani» e come un esperimento di Casaleggio per manipolare e controllare le menti dei deputati del M5s.

È veramente possibile manipolare le menti umane con l’uso della PNL? In realtà è possibile manipolarla con molto meno, basti pensare alle pubblicità, agli educatori e ai genitori che cercano di inculcare ai bambini i propri valori e le proprie convinzioni. Non esiste una forma di comunicazione che non sia manipolativa: due persone sedute davanti ad un caffè si “modificano” a vicenda, perché il confronto amplia l’esperienza comunicativa e mentale dell’interlocutore, inducendo ad “abbracciare” o, comunque, considerare anche le opinioni altrui. Che lo si voglia o no, si esce un po’ modificati dopo ogni scambio comunicativo.

Così come esistono persone poco oneste, capaci di controllare altri esseri umani con la violenza psicologica, facendo sentire gli altri inferiori per nascondere la propria debolezza, esistono persone che in maniera poco etica provano, con lo scudo della PNL, ad applicare teorie e tecniche di retorica che hanno radici molto profonde nel passato.

Alcuni di questi pseudo-professionisti, che si fanno chiamare “formatori di PNL”, hanno una cultura da supermercato, basata su due libri trovati fra i cereali e i deodoranti e che portano i loro assistiti a diventare tutti uguali, fatti con lo stampino, provando a modificarne la comunicazione esterna con battute stereotipate, schemi di comportamento, sorrisi finti e strette di mano stritolanti, facendoli sembrare ingessati in un completo che non sanno indossare. Di questi se ne può avere un’immagine precisa se si pensa ad alcuni agenti immobiliari o venditori porta a porta.

No, non è questa la vera PNL. Quelli che la criticano, probabilmente, ne conoscono solo questa versione (oppure non la conoscono per niente) in quanto, se la conoscessero, non parlerebbero certamente di manipolazione, lavaggio del cervello e cose del genere. La PNL è quella che usano i campioni dello sport per superare i propri limiti, le persone comuni per non lasciarsi sopraffare dallo stress o dalla paura, i politici per farsi comprendere.

Obama fa largo uso della PNL, l’ha sempre usata Berlusconi, la usano Renzi e Grillo. Usa, consapevolmente o meno, alcune delle sue tecniche chiunque comunichi in modo efficace. Come qualsiasi altra cosa, anche la Programmazione Neuro Linguistica può essere utilizzata per scopi moralmente sbagliati. La politica stessa può essere usata per scopi egoistici, non c’è bisogno di fare esempi, basta scorrere le notizie di un qualsiasi quotidiano.

Questo significa che se uno fa il politico è necessariamente un delinquente? No di certo, e lo stesso vale per questa disciplina.

Si possono seguire corsi di formazione in PNL per migliorare la propria comunicazione affinché ci si possa presentare al meglio ad un colloquio di lavoro e aumentare le possibilità di essere assunti. Una buona comunicazione può fare molto bene alla politica, perché permette di essere compresi in modo semplice da tutti i cittadini, affinché siano liberi di scegliere come persone informate. Comunicare in modo efficace può aiutare a non entrare in contrasto con il proprio capo, con i componenti della propria famiglia e a comunicare meglio con se stessi, cosa fondamentale per conservare un equilibrio psicofisico eccellente che permetta di reagire al meglio in ogni situazione e di gestire lo stato emotivo in modo funzionale.

La cosa fondamentale è sapere a chi ci si rivolge: la Society di Bandler , ad oggi l’unica vera fonte ufficiale su questa disciplina, ha un elenco completo e aggiornato di persone che sottopone a trainer e ad aggiornamenti costanti. Questi sono gli unici che possono rilasciare attestati validi e riconosciuti in tutto il mondo, come il dott. Roberto Castaldo, Master Trainer PNL e fondatore della società di consulenza 4 M.A.N Consulting, che tiene a Napoli il primo corso PNL Practitioner del Sud Italia.

Occhio, dunque: se il vostro obiettivo è quello di seguire un corso di PNL per utilizzarne gli insegnamenti su voi stessi o per diventare formatori e coach insegnandola agli altri, sappiate scegliere i migliori e i più competenti. Visitate il sito www.pnlcorsi.it e chiedete informazioni sul prossimo corso PNL Practitioner.

Su di me Roberto Castaldo

Mi presento sono Roberto Castaldo Imprenditore, Business, Corporate e Sport Coach. Sono un consulente aziendale e formatore professionista specializzato nella gestione delle risorse umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *