Home / Articoli PNL / Come la pigrizia può renderti più produttivo

Come la pigrizia può renderti più produttivo

Dove non ci arrivi con l’intelligenza puoi sempre arrivarci con la pigrizia!

Può sembrare una battuta ma la verità è che la pigrizia, se ben utilizzata, può essere una grandissima arma a tuo favore.

Ovviamente quando parlo di pigrizia non mi riferisco al non aver voglia di fare niente di niente, quanto al voler massimizzare i propri risultati attraverso il minimo degli sforzi.

Quando la vedi da questo punto di vista ecco che la pigrizia ti aiuta a:

1) Fare il meno possibile, ottenendo i risultati migliori

2) Lavorare meno ore, venendo pagato di più

3) Evitare ogni stress, di modo da gestire al meglio ogni attività

4) Eliminare il maggior numero di cose che non mi piace fare, per dedicarti a ciò che ami.

 

Ok, questa è la teoria, ma come è possibile riuscire a diventare “pigri” in questo modo?

Oggi ti rivelerò dieci strategie per essere il più efficace possibile.

Sono comportamenti che ho sviluppato personalmente negli anni, che ho scoperto sulla mia pelle, al solo scopo di godermi la mia pigrizia.

Io ci ho messo davvero un bel po’ per scoprirli tutti e dieci ma… ok, oggi te li svelo tutti insieme. Sono sicuro che ti saranno utili così come lo sono stati per me.

  1. Cerca i perché

Una delle cose che ci impediscono di fare le cose bene e in fretta è la mancanza di una giusta motivazione. Se questa manca è inutile, tutto ciò che farai sarà molto fiacco, ti porterà via tempo, energie e molto probabilmente lo farai male. Quindi, ogni volta che devi fare qualcosa, cerca almeno 5 perché. Perché lo vuoi fare? Trova almeno 5 risposte, 5 ottimi motivi per cui vale la pena farlo.

  1. Divertiti

Questo a volte può essere difficile. Ne parlavo con un amico che da un paio di anni studia diritto commerciale senza passare l’esame e mi ha risposto: “Se mi trovi cosa c’è di divertente in queste mille pagine di giurisprudenza ti regalo mille euro”. Come dargli torto!

Allora, se proprio non riesci a trovare divertente ciò che devi fare, cerca di rendere divertente il modo in cui lo fai. Crea delle piccole sfide, affronta la cosa in modo stravagante, rendila comica, mettici tutta la tua creatività.

  1. Trova i tuoi punti di forza

Ci sono delle cose in cui riesci benissimo? Qualcosa in cui ottieni ottimi risultati con il minimo sforzo?

Individua i tuoi punti di forza e fai leva su quelli nel fare ciò che vuoi o devi fare. Non c’è un solo modo per gestire un attività, ma infiniti. Devi semplicemente trovare il tuo modo.

  1. Pianifica il fallimento

Trova almeno 10 possibili “imprevisti” che potrebbero mandare all’aria il tuo lavoro e per ognuno di loro domandati: “In che modo cercherò di evitarli?” E poi: “Come posso riprendere al meglio se non riesco ad evitarli?”

  1. Non accavallare le cose

Spesso se dobbiamo fare due cose, succede che si pensa alla seconda quando facciamo la prima, per poi concentrarsi sulla prima quando si è nel bel pieno della seconda. Stabilisci un momento della giornata per ogni tua attività: in questo modo saprai che puoi tenere la mente sgombra ed essere concentrato solo su ciò che stai facendo.

Nel caso, se mentre sei impegnato ti viene in mente un’idea per un’altra attività, segnala su un bloc notes in fretta, per poi riprendere quell’idea quando verrà il suo momento.

  1. Informati

Ogni volta che devi fare qualcosa cerca le migliori informazioni sull’argomento. Ad esempio cerca su google “come fare…” in questo modo avrai un sacco di consigli da chi l’ha già fatto prima di te.

  1. Chiedi aiuto

Solo gli imbecilli pensano di saper fare tutto da soli. Se conosci qualcuno che sa fare le cose meglio di te, non esitare a chiedergli una mano, dei consigli. Trattalo come se fosse un tuo mentore e fatti insegnare tutto ciò che sa. (Personalmente ritengo che questa sia stata la cosa che più mi ha permesso di sviluppare le mie abilità: ogni volta che incontravo qualcuno più bravo di me, iniziavo a fargli mille domande, a chiedergli tutto ciò che mi passava per la mente, o anche solo stargli vicino per osservarlo e imparare da lui).

  1. Fidati di Pareto

Non so se conosci il principio di Pareto: l’80% dei risultati è determinato dal 20% delle attività. Come lo puoi applicare al te stesso? Per massimizzare la tua produttività, scova proprio quel 20% di attività. Prima di buttarti a testa bassa su un lavoro pensa a quali sono le attività che ti garantiranno un ritorno maggiore sul tempo e l’energia investiti.

  1. Delega

Se c’è qualcosa che non ti piace fare o non vuoi fare e puoi evitare di fare personalmente affidandolo a qualcuno più bravo di te, delega tutto a lui. Tu, in cambio, potrai svolgere per lui quelle attività che a te riescono benissimo, mentre a lui riescono meno o neppure piacciono. Uno scambio equo, non trovi?

  1. Pensa da pigro

Spesso ci complichiamo la vita facendoci centinaia di “pippe mentali”,  cerchiamo soluzioni fantasmagoriche e complesse. Invece, limitati a seguire la via più semplice. Una volta seguita quella – se è necessario – passa a quella un po’ più complessa. Intanto avrai già conseguito un primo risultato e a quello potrai ancorare il lavoro successivo.

Se trovi interessante questo articolo, perché non lo condividi? Potrebbe esserlo anche per chi ti sta intorno.

E se vuoi conoscere un metodo sicuro per sviluppare la tua capacità di ottimizzare le risorse e arrivare in fretta ai risultati, dai un’occhiata qui!

Su di me Roberto Castaldo

Roberto Castaldo
Mi presento sono Roberto Castaldo Imprenditore, Business, Corporate e Sport Coach. Sono un consulente aziendale e formatore professionista specializzato nella gestione delle risorse umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *