Home / Articoli PNL / Esiste davvero il sesto senso?

Esiste davvero il sesto senso?

Il sesto senso è una percezione fisica reale

E’ capitato a chiunque di noi di avere in mente un pensiero, essere sul punto di pronunciare una frase o avere un certa reazione ad un evento che è la stessa provata un’altra persona nel medesimo istante o che, magari, anticipa e precede il comportamento dell’altro.

Un evento del genere si verifica il più delle volte quando siamo in compagnia dei nostri amici, con il partner, con i propri familiari, ma nulla impedisce che ciò possa verificarsi anche con persone sconosciute o che ci sono state appena presentate.

Quando accede qualcosa del genere, è facile appellarsi al famoso sesto senso, che si può definire come la percezione non attribuibile a quelli che sono i cinque sensi dei quali è dotata ogni persona, facendo così riferimento ad una situazione che ha carattere extrasensoriale.

Sull’esistenza o meno del sesto senso si è spesso discusso, è certamente sono molti di più coloro che credono che tali accadimenti non siano qualcosa di reale al quale dare una motivazione scientifica e sensata, ma più che altro un simpatico gioco del destino.

In realtà, secondo alcuni studi condotti dalla dott. Julia Mossbridge, specialista in neuroscienze della Northwest University, il sesto senso è qualcosa che esiste davvero a livello fisico negli esseri umani, ma sono davvero in pochi ad esserne a conoscenza; tale particolare percezione è determinata dalla ghiandola pineale, nota anche come epifisi, deputata alla regolazione del ritmo sonno-veglia, facendo reagire il nostro corpo alla maggiore o minore quantità di luce, che ci permette di osservare una realtà che va oltre i cinque sensi canonici (leggi anche http://www.pnlcorsi.it/lautostima-e-la-nostra-percezione-del-tempo/).

Il sesto senso è la capacità di poter accedere ad una realtà extrasensoriale, la quale, come detto in precedenza, si manifesta in vari modi, come ad esempio prevedere il realizzarsi di alcuni determinati eventi. La sua esistenza, spesso negata da diversi esperimenti scientifici, è stata ora determinata, in maniera precisa, all’interno del nostro corpo.

Tale scoperta si riconduce direttamente a quelle che erano le tesi sostenute già dalla filosofia indiana, la quale collocava proprio nell’epifisi la sede del cosiddetto terzo occhio, quello che potremmo definire come l’antenato del sesto senso; il terzo occhio, sempre secondo la teoria indù, consentiva agli individui di avere percezioni extrasensoriali, perchè condotti in una realtà completamente nuova e differente rispetto a quella solitamente conosciuta.

Il sesto senso, però, non è sviluppato allo stesso modo in tutte le persone; infatti, è presente in componente maggiore in coloro che dimostrano di avere capacità di prevedere gli eventi del futuro o che hanno abilità medianiche molto sviluppate, tuttavia ci si può comunque affinare e rendere più attivi, in modo da riuscire ad essere maggiormente aperti nei confronti di una “nuova” realtà.

Le persone che hanno dimostrato di essere più predisposte ad eventi nei quali viene richiamato il sesto senso sono più sagge rispetto agli altri, più sicure di se, produttive e determinate nel portare a compimento gli obiettivi che si sono prefissati, in più, tra le funzioni svolte dalla ghiandola pineale, ce n’è una in particolare che chi ha un sesto senso molto sviluppato fa sua senza neppure accorgersene, una speciale sintonia con il prossimo che è l’empatia, quella capacità di identificarsi pienamente nell’altro e di provare le sue stesse emozioni, ed è proprio da questo “centro di energia” che gli esperti di sesto senso riescono a prevedere l’evoluzione di particolari situazioni.

Tuttavia, questo recente studio non determina con assoluta certezza l’esistenza del sesto senso, anzi, ancora molti dubbi esistono riguardo all’argomento che, certamente, merita ulteriori approfondimenti ed analisi, ma in ogni caso non può essere però del tutto ignorato.

L’esperimento condotto dalla dott. Mossbridge ha coinvolto circa mille persone che hanno dovuto sostenere diversi tipi di prove, e di queste oltre la metà (circa il 53%) è riuscita a prevedere una serie di fenomeni che ancora non si erano manifestati, come riferire le parole che sarebbero state poi utilizzate dai ricercatori durante i test.

Lo studio, inoltre, ha rivelato che le persone maggiormente dotate di sesto senso hanno una personalità particolare, perchè sono più disponibili ad intraprendere nuove avventure ed affrontare situazioni sconosciute.

Il sesto senso, quindi, può davvero mutare il modo con il quale vediamo la realtà che ci circonda, il che sicuramente è utile per riuscire a comprendere meglio la mappa dei nostri interlocutori; tuttavia è bene ricordarsi che “la mappa non è il territorio”, uno dei presupposti sui quali si basa la PNL, disciplina che a Napoli ha il suo maggior esponente nel dott. Roberto Castaldo, Licensed Trainer di PNL e fondatore della 4 M.A.N Consulting, con il suo corso PNL Practitioner.

Vuoi sapere come migliorare la tua vita grazie alla PNL? Contattaci subito su www.pnlcorsi.it/contatti/.

Su di me Roberto Castaldo

Mi presento sono Roberto Castaldo Imprenditore, Business, Corporate e Sport Coach. Sono un consulente aziendale e formatore professionista specializzato nella gestione delle risorse umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *