Home / Articoli PNL / Concentrazione mentale: 3 trappole digitali da evitare per migliorare risultati ed energia

Concentrazione mentale: 3 trappole digitali da evitare per migliorare risultati ed energia

È stato uno dei miei mantra, concentrazione su una cosa e semplicità.
Steve Jobs

Come vedi anche Steve Jobs, uno degli uomini più influenti degli ultimi decenni, ha fatto della concentrazione uno dei punti fondamentali della sua attività.

Si può dire che la concentrazione mentale è alla base di ogni successo e le persone eccellenti la allenano costantemente, proprio come se fosse un “muscolo”.

Allo stesso tempo, se c’è qualcosa che oggi accomuna tutti noi che passiamo tanto tempo al pc e sullo smartphone, è proprio il suo contrario: la mancanza di concentrazione.

Quasi senza accorgercene, abbiamo sviluppato delle abitudini digitali che rischiano di farci perdere energia, tempo e produttività quasi di nascosto, perché ormai fanno parte del nostro quotidiano.

Prima che sia troppo tardi, è bene conoscere e liberarci da queste trappole trappole digitali e scoprire come concentrarsi.

In questo articolo troverai proprio le 3 trappole digitali più diffuse e come liberarti dei problemi di concentrazione.

Troverai un’azione specifica da fare per ogni trappola e scoprirai gli strumenti della PNL per aumentare la concentrazione mentali ed ottenere risultati superiori in tutto ciò che fai.

A volte si cercano esercizi di concentrazione o si pensa di non riuscire a studiare o lavorare perché ci manca chissà quale “tecnica segreta“, ma vedrai che per ottenere risultati non c’è bisogno di chissà quali esercizi mentali, ma anzi la difficoltà a concentrarsi va ricercata altrove.

Pronti? Si comincia!

La tua concentrazione mentale si autodistruggerà entro 8 secondi: i pericoli delle abitudini digitali

Brutte notizie per la nostra concentrazione mentale: secondo uno studio di Microsoft, la nostra soglia di attenzione è inferiore a quella di un pesce rosso.

Secondo uno studio condotto dall’azienda fondata da Bill Gates, la nostra soglia di attenzione media è calata da 12 secondi a 8 secondi nell’ultimo decennio, scendendo sotto la soglia di attenzione di un pesce rosso che si attesta a 9 secondi.

Siamo continuamente esposti ad informazioni, notifiche e messaggi che arrivano senza sosta sui nostri telefonini e pc.

Se così facendo la nostra capacità di concentrazione cala così tanto… questo ha un impatto importante sui nostri risultati!

Non è una scena molta rara andare al lavoro e distrarsi per via delle notifiche WhatsApp, della pausa caffè con breve telefonata in aggiunta o per l’ultima notizia virale che gira sui social.

Questa scena va avanti per tutta la giornata e “stranamente” accade che la sera:

  • Non abbiamo completato le attività della giornata
  • La nostra motivazione è scarsa
  • Ci sentiamo stanchi e distratti
  • Continuiamo a perdere tempo dietro alle notifiche del telefono
  • Le nostre performance si abbassano drasticamente

Che tu sia un imprenditore, uno sportivo, un libero professionista o un collaboratore – e questo vale anche rispetto a come concentrarsi nello studio – sai quanto è rischiosa una condizione del genere e quanto è importante evitare le trappole malsane delle abitudini digitali.

Ecco quindi perché è importante conoscere le 3 trappole digitali più diffuse ed evitarle.

Mancanza di concentrazione mentale: le 3 trappole digitali da evitare

Curiosità: ti è già capitato di distrarti proprio durante la lettura di questo articolo?

Anche se è successo, è ok! Come vedi, stiamo parlando di qualcosa di molto reale e immediatamente tangibile e proprio per favorire la concentrazione mentale, ovvero quella capacità di mantenere la tua attenzione su un oggetto – ben oltre gli 8 secondi! – senza essere distratto da interferenze interne ed esterne, è bene che conosci subito le 3 trappole digitali più diffuse e fai tuoi gli strumenti della PNL per evitarle.

Trappola n°1: Multitasking
“Non riesco a concentrarmi”… non sarà che forse sto facendo troppe cose insieme?

La prima trappola si chiama Multitasking ed è una parola del mondo informatico che puoi capire subito con un esempio: hai presente quando stai navigando ed hai aperto 10 siti contemporaneamente, mentre chatti su Facebook e magari hai anche aperto un programma per scrivere documenti?

Che cosa succede al tuo pc quando fai questo? Rallenta… e anche di molto!

Questa è la stessa cosa che accade al nostro cervello quando teniamo aperti più “programmi” ed anche quando stiamo lavorando o studiando e teniamo aperti Facebook, WhatsApp e la posta elettronica: il nostro livello di attenzione e di performance si abbassa in maniera significativa.

Quindi la prima cosa da fare è evitare il Multitasking digitale (e mentale) e focalizzarti semplicemente su una attività alla volta.

Non devi per forza attivare la modalità aereo sul telefono, ma organizzati in modo da non avere distrazioni.

Trappola n°2: Le notifiche sullo smartphone
Forse conosci il documentario della regista premio Oscar Eva Orner sulla dipendenza diffusa da smartphone.

Sai quante controlliamo il telefono ogni giorno? 150 volte, in media una ogni 7 minuti!

Puoi immaginare l’impatto che questa trappola digitale può avere sulla tua concentrazione mentale: forse non riceviamo nemmeno tantissime notifiche, ma abbiamo acquisito l’abitudine a controllare continuamente lo smartphone per vedere se qualcuno ci ha contattato.

Questo causa una grande dispersione di focus e di energie, senza contare il tempo che passiamo a controllare inutilmente se qualcuno ci ha contattato, ha messo un “mi piace” o ci ha commentato, senza fare distinzione tra le notifiche importanti e quelle che rappresentano un puro svago.

La seconda cosa da fare è quindi scegliere dei momenti fissi della giornata in cui controlli le notifiche… e fai solo questo!

Ti stupirai di quanto tempo recupererai e dei benefici per la tua attenzione che vengono dal fatto che hai impostato mentalmente una finestra temporale per dedicarti a questa unica attività.

Trappola n°3: La “stanchezza digitale”
Passare ore ed ore sullo smartphone, magari scorrendo in maniera casuale la home di Facebook o le bacheche dei tuoi amici, è ben più che solo un dispendio di tempo: è soprattutto un dispendio di energie fisiche e mentali.

Sia per le posizioni innaturali che spesso assumiamo per controllare lo smartphone (ad esempio, la testa inclinata verso il basso), sia per lo sforzo a cui sottoponiamo i nostri occhi fissi sullo schermo per un tempo continuato, il risultato è che ci sentiamo “scarichi” a fine giornata proprio come i dispositivi digitali che usiamo.

Questa “stanchezza digitale” disturba sia il nostro umore che il nostro sonno – uno dei fattori naturali più importanti per la nostra concentrazione – e ci rende sempre meno performanti se non interveniamo sulle nostre abitudini digitali.

La terza cosa da fare è limitare l’uso dello smartphone in determinate ore del giorno e, soprattutto, spegnere tutti i dispositivi digitali almeno 1 ora prima di andare a dormire.

Queste 3 azioni ti consentono di metterti al sicuro dalle 3 trappole digitali più diffuse e di aumentare la tua concentrazione mentale ad un livello strepitoso.

Ora che sai cosa fare, vediamo come puoi farlo in maniera ancora più performante con gli strumenti della PNL.

Migliorare la concentrazione mentale: come evitare le 3 trappole con la PNL

Ricapitoliamo le 3 azioni da fare.

  1. Concentrati su un’attività alla volta ed evita di fare più cose contemporaneamente
  2. Scegli dei momenti fissi per controllare le notifiche
  3. Limita l’uso dello smartphone a determinate ore della giornata e spegni i dispositivi digitali almeno 1 ora prima di andare a dormire

Queste 3 azioni possono sembrare semplici, allo stesso tempo possono nascondere dei problemi perché hanno a che fare col cambiare le tue abitudini.

“Problemi” per modo di dire… perché con la PNL puoi cambiare le tue abitudini in maniera rapida e duratura nel tempo.

Puoi farlo sia con gli strumenti che la PNL fornisce per gestire il tuo stato, fissare obiettivi e modificare il tuo comportamento, sia attraverso esercizi avanzati per aumentare la concentrazione e ridurre a zero le interferenze esterne ed interne.

Se anche tu vuoi migliorare la tua concentrazione mentale e:

  • Completare con successo tutte le attività della tua giornata
  • Avere sempre un livello alto di motivazione ed energia
  • Sentirti carico e soddisfatto in ciò che fai
  • Acquisire abitudini digitali per usare il tempo in modo redditizio

La PNL e, soprattutto, il Corso PNL Practitioner possono darti strumenti concreti e l’attitudine più utile per ottenere questi risultati in 1/5 del tempo rispetto ai corsi tradizionali di allenamento mentale.

Clicca qui per saperne di più sul PNL Practitioner e scoprire le promozioni attive.

Su di me PNL Corsi

PNL Corsi
Mi presento sono Roberto Castaldo Imprenditore, Business, Corporate e Sport Coach. Sono un consulente aziendale e formatore professionista specializzato nella gestione delle risorse umane.