Home / Articoli PNL / Percezione del Mondo / Come contrastare la depressione e i comportamenti da evitare

Come contrastare la depressione e i comportamenti da evitare

La depressione e la PNL

La depressione è, purtroppo, uno dei grandi mali che attanagliano i nostri giorni. Secondo una statistica del Ministero della Salute, ogni anno l’11,2 % della popolazione italiana viene colpita da stati di depressione.

La depressione, oggi, è sempre più causata da una serie di fattori che sono esterni alle nostre vite ma che, volendo o meno, ci toccano in prima persona come, ad esempio, la crisi economica e le preoccupazioni derivanti dal sempre più precario mondo del lavoro o, nella sfera affettiva privata, la perdita di una persona cara.

Esistono, tuttavia, una serie di comportamenti che contribuiscono all’insorgere della depressione e che tutti noi mettiamo, inconsapevolmente, in atto quotidianamente. Queste condotte sono state studiate ed elencate dagli scienziati del Journal of Behavior Therapy and Experimental Psichiatry e possono essere così riassunte:

  • attenzione alla postura: camminare con le spalle curve e le braccia penzoloni può contribuire all’insorgere della depressione, per questo è bene sempre camminare con schiena dritta e testa alta,
  • è la moda del momento, ma fare tante foto di qualsiasi cosa ostacola il ricordo dei momenti realmente importanti, per questo, per evitare la depressione, bisogna godere, senza filtri, dei momenti e dei luoghi che si visitano, scattando foto solo a ciò che è davvero importante,
  • per sfuggire alla depressione non circondarsi di persone che mettono a dura prova la nostra emotività,
  • un buon contrasto alla depressione, oltre che all’aumento di peso, proviene dall’attività fisica, da fare almeno per un’ora tre volte la settimana,
  • non rimandare un impegno se il motivo è il timore di ciò che può accadere. Affrontate la depressione generata dai pensieri negativi affrontando i problemi sempre a testa alta,
  • liberarsi da una relazione amorosa tossica che può, alla lunga, condurre alla depressione minando la propria autostima,
  • non bisogna prendere la vita troppo sul serio; ridere è il primo rimedio naturale per combattere ansia e depressione,
  • dormire è fondamentale per recuperare le forze (fisiche e mentali) ed evitare alla stanchezza di condurci verso la Se si soffre di insonnia è importantissimo capire cosa la provoca e come porvi rimedio,
  • la solitudine non sempre è sinonimo di Bisogna imparare a stare con se stessi per rilassarsi, conoscersi meglio e tracciare un bilancio della propria giornata, delle cose positive e di quelle negative,
  • stabilire, almeno una volta alla settimana, un incontro per chiacchierare con un amico, un parente o un collega, questo certamente migliorerà la nostra concentrazione e la capacità di definire ciò che è importante da ciò che non lo è e far si che i pensieri negativi su questi ultimi non portino alla depressione,
  • staccarsi dallo smartphone e dalla tecnologia in generale, per rigenerare mente e corpo ed abbattere il pericolo della depressione,
  • non si deve essere multitasking, ma bisogna concentrarsi sul fare una cosa alla volta, in modo che non sfugga la realtà che ci circonda e la bellezza delle piccole cose, la cura di ogni giorno alla depressione. (leggi anche http://www.pnlcorsi.it/feedback-vs-fallimento/).

La depressione rientra nel novero delle malattie invalidanti che puoi imparare a sconfiggere con gli insegnamenti della PNL. Il primo passo per avvicinarsi al mondo della Programmazione Neuro-Linguistica è il corso Practitioner, che a Napoli viene tenuto dal dottor Roberto Castaldo, Master Trainer PNL e fondatore della società di consulenza aziendale 4 M.A.N Consulting.

Supera i tuoi limiti sfruttando al meglio le risorse racchiuse in te, richiedi le informazioni sui prossimi corsi PNL visitando il sito www.pnlcorsi.it

Su di me Roberto Castaldo

Mi presento sono Roberto Castaldo Imprenditore, Business, Corporate e Sport Coach. Sono un consulente aziendale e formatore professionista specializzato nella gestione delle risorse umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *