Home / Articoli PNL / 7 abitudini (da modificare) delle persone infelici

7 abitudini (da modificare) delle persone infelici

Quali pensieri ci rendono persone infelici?

 

Spesso la nostra vita, i nostri comportamenti, le reazioni a determinati eventi sono frutto delle circostanze esterne che condizionano ed arricchiscono il nostro bagaglio di esperienze; tutto sta nel modo con il quale ci relazioniamo a tali accadimenti, a come decidiamo di affrontarli e alla maniera con la quale vengono codificati dal nostro pensiero e dalla nostra mente.

Se sugli agenti esterni è molto difficile riuscire a fare qualcosa, il nostro atteggiamento e le nostre abitudini, invece, sono elementi sui quali possiamo e dobbiamo esercitare un controllo totale.

Sembra molto più facile lamentarsi di ciò che non va piuttosto che reagire e cercare di fare qualcosa di concreto per migliorare lo stato delle cose, per questo motivo abbiamo individuato le 7 abitudini tipiche che condizionano la vita delle persone infelici e che contribuiscono a minare la loro felicità in maniera decisiva (leggi anche http://www.pnlcorsi.it/8-azioni-quotidiane-per-raggiungere-la-felicita/).

  1. Temono il giudizio degli altri al punto che, pur di non prestare il fianco alle critiche o ai commenti negativi, scelgono volutamente di non far valere mai le proprie idee seguendo sempre la massa, limitando così il proprio modo di essere. Il modo migliore per superare questa abitudine da parte delle persone infelici è quella di rendersi conto che chi le circonda fa molto meno caso a ciò che dicono o che pensano rispetto a quanto possano credere, perchè nessuno sta lì a puntare un riflettore su di loro, piuttosto, è consigliabile che inizino a concentrarsi sugli altri e sui loro bisogni, in modo da aiutarli, migliorando la propria autostima e limitando la loro visione egocentrica.
  1. Si complicano troppo la vita, contribuendo in modo decisivo ad innalzare i propri livelli di stress e di insoddisfazione. Il segreto per le persone infelici è quello di rendere la propria vita più semplice provando a definire 2/3 priorità quotidiane sulle quali concentrare tutta la propria energia, imparare a comunicare con gli altri, in modo che conflitti inutili ed incomprensioni possano essere ridotti al minimo, riuscire ad assaporare l’autenticità del rapporto con gli altri, senza i filtri che ci vengono imposti dalla modernità (social networks, smartphone, ecc…) e sapersi fermare quando il corpo e la mente vengono sopraffatti dallo stress e dalla confusione.
  1. Associano la felicità alla perfezione, il che li porta irrimediabilmente ad essere delusi da quella che è la realtà dei fatti. La felicità, infatti, sta propria nella capacità di gestire i difetti che li contraddistinguono e che caratterizzano il mondo che li circonda. I comportamenti che le persone infelici devono mettere in campo per poter superare questa abitudine disfunzionale sono quelli di riconoscere il vero valore delle cose che vengono fatte, accettando un “buono” come un risultato già soddisfacente, fissare una scadenza precisa per i propri progetti, in modo che, al giungere di quella data, il lavoro viene dato per terminato senza ulteriori perdite di tempo, prendere consapevolezza che la ricerca ossessiva della perfezione ruba solo energie fisiche e mentali, per questo fare le cose nel miglior modo possibile, dopo di che sapersi rilassare e vivere con serenità le relazioni con gli altri.
  1. Vivono in un mare di voci negative, dalle quali si fanno condizionare vivendo una realtà piena di difficoltà, pericoli, limiti e paure. Lo strumento più potente che le persone infelici hanno a disposizione per poter contrastare questa loro abitudine è quello di sostituire le voci negative con pensieri positivi e motivanti, che permettano loro di sorridere e pensare alla vita in modo nuovo.
  1. Rimangono bloccati nel passato e si preoccupano del futuro, rinunciando a vivere il qui ed ora e ad una miriade di esperienze meravigliose. Ciò che le persone infelici devono imparare a fare è vivere semplicemente nel momento presente, concentrandosi su ciò che stanno facendo, anche se è la cosa più banale al mondo. Il passato è una fonte inesauribile di lezioni di vita, il futuro è bene pianificarlo, ma entrambe vengono influenzate dal modo nel quale ognuno di noi vive il presente.
  1. Confrontano la propria vita con quella degli altri, finendo per annientare l’autostima personale, generando una mole significativa di sensazioni negative. Le persone infelici possono provare a sostituire questa abitudine distruttiva con altre due di segno positivo come confrontarsi unicamente con se stessi, in modo da valutare sotto un’ottica diversa ciò che si è ottenuto nel corso della vita ed apprezzare profondamente i risultati raggiunti; inoltre, è importante concentrarsi sulle cose positive presenti in loro e nelle persone che le circondano, in modo da imparare a giudicare con più obiettività.
  1. Si concentrano solo sugli aspetti negativi della loro vita, vivendo praticamente nella costante infelicità. Il superamento di questa abitudine, da parte delle persone infelici, è tutt’altro che agevole, ma comunque possibile, attraverso alcuni passi come abbandonare la mania del perfezionismo e accettare che ogni cosa abbia i suoi lati positivi e quelli negativi, concentrando i propri sforzi sull’essere costruttivo anziché lasciarsi vincere dall’abitudine di lamentarsi di ogni singolo dettaglio negativo.

La felicità non è una chimera, ma può essere raggiunta nella vita di ogni giorno. Il modo più semplice per farlo è frequentare il corso PNL Practitioner, tenuto a Napoli dal dott. Roberto Castaldo, Licensed Trainer di PNL e fondatore della 4 M.A.N Consulting.

Scopri subito i vantaggi derivanti dalla conoscenza di questa disciplina unica! Scarica il report gratuito “PNL per l’eccellenza” su www.pnlcorsi.it/report-pnl/.

Su di me Roberto Castaldo

Mi presento sono Roberto Castaldo Imprenditore, Business, Corporate e Sport Coach. Sono un consulente aziendale e formatore professionista specializzato nella gestione delle risorse umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *