Home / Articoli PNL / Apprendimento Rapido / Apprendimento: 5 consigli fondamentali

Apprendimento: 5 consigli fondamentali

Se non sei in continuo apprendimento, sei finito!

Non ci sono scuse, non ci sono scorciatoie; oggi il mondo va così veloce che se pure sei un operaio saprai bene che da qui a cinque anni gran parte del tuo modo di lavorare sarà innovato, e se non hai appreso le nuove conoscenze… semplicemente sarai finito!

Molto spesso si ritiene che la capacità di apprendere sia ad uso e consumo degli studenti del liceo o degli universitari: niente di più sbagliato. L’apprendimento è il motore fondamentale di ogni evoluzione; è una delle forze più potenti che ci impedisce di restare intrappolati nella staticità.

Se non ci credi, allora puoi anche smettere di leggere. Ma se condividi il mio pensiero, allora ti consiglio di continuare a leggere perché voglio proporti cinque consigli fondamentali se vuoi studiare in modo produttivo ed efficace.

Sei pronto?

Bene, cominciamo!

  1. Focalizzati sulla Meta prima di iniziare a studiare

Il punto fondamentale da capire è che molte persone si trovano in difficoltà a studiare perché non hanno quel senso di direzione che le spinge a dare il meglio. Dobbiamo immaginare che il cervello sia come un binocolo: se punta in una direzione, vede solo quello. Se con un binocolo punti verso terra (ovvero, guardi solo a cosa devi fare ogni giorno), vedrai bene ciò che stai facendo ma ti perderai la visione della meta (che è ciò che ti motiva a studiare). Quindi, l’idea è che, se dobbiamo affrontare sfide a breve termine che ci creano difficoltà, dobbiamo farlo avendo ben presente qual è il nostro obiettivo a lungo termine!

  1. Enfatizza le Emozioni Positive che senti

Uno studente (di qualsiasi età) deve ricordare che le sensazioni emotive che ha rispetto a quello che sta studiando sono fondamentali per il suo successo. Intendo dire che potrebbe essere molto noioso studiare un manuale di Diritto Penale, se lo si fa in quel momento solo per superare un esame, ma se si immagina la laurea e poi la professione, lo sforzo e l’approccio emotivo cambiano in meglio. Un approccio emotivamente positivo è proprio la base di partenza; una condizione emotiva positiva si ottiene focalizzandosi su un risultato che ci interessa molto, anche se il suo raggiungimento passa attraverso attività che ci interessano meno o ci richiedono parecchia fatica. Consiglio quindi di verificare sempre il proprio allineamento su quello che si desidera nel futuro, senza badare troppo a quello che sta succedendo nel momento presente.

  1. Chiediti: ciò che sto facendo mi porta verso la meta?

È importante capire qual è la meta: immagina come vuoi vivere fra vent’anni. In base a questo, verifica se quello che stai facendo adesso serve ad avvicinarti alla meta; non è importante che si tratti della cosa migliore da fare in assoluto, è sufficiente che si tratti di un passo in favore. Infine, tutte le volte che ti accingi ad attività poco piacevoli, ricorda che le stai sostenendo in funzione di quella meta. Per uno studente, quindi, aver chiaro un obiettivo, verificare che i suoi studi lo portino verso quell’obiettivo e approcciarsi ad essi con il pensiero di diventare ciò che vorrà è il metodo giusto per riuscire a mantenere viva l’attenzione nonostante le difficoltà.

  1. Evita di voler ottenere Risultati Subito!

Come ti ho già detto, l’errore più comune è di perdere la visone a lungo termine. Siamo abituati a voler vedere subito i risultati: se questo avviene, perseveriamo motivati, altrimenti è facile stancarsi e bruciare ogni energia. Ma studiare, se vogliamo usare una metafora, è come mettersi a dieta: anche se diamo del nostro meglio sin dal primo istante, comunque servirà un po’ di tempo per vedere i risultati; se dimentichiamo questo aspetto, allora capiterà di scoraggiarsi e di abbandonare. La realtà è che la maggior parte dei risultati che si ottengono nella vita sono frutto di un processo che richiede tempo! E mentre esso scorre e noi ci impegniamo, dobbiamo tenere a mente qual è il risultato finale che vogliamo ottenere, così da rimanere motivati!

  1. Uccidi le Distrazioni

Bisogna evitare di cedere alle distrazioni! Siamo bombardati da stimoli che cercano di attrarre la nostra attenzione. Pensa che una delle tecniche per indurre l’ipnosi e l’amnesia è di distrarre il soggetto per tre o quattro volte di seguito. Uno studente deve immaginare che ogni volta che si distrae compie tre passi indietro, quindi dovrà fare molta più fatica per recuperare la concentrazione, dovendo tornare indietro di qualche passaggio. Quindi, quando devi studiare, vai in una stanza vuota, portando con te solo il libro, carta e penna per prendere appunti: non ti serve altro.

Questi consigli ti aiuteranno a sviluppare un atteggiamento mentale che renderà la tua mente come una spugna in grado di assorbire tutto ciò che vuoi apprendere.

E, se questi consigli ancora non ti bastano, ti consiglio di leggere il libro gratuito Le sette strategie dei geni, scritto dalla dottoressa Gemma Marrazzo.

Lo puoi trovare cliccando qui!

Su di me PNL Corsi

PNL Corsi
Mi presento sono Roberto Castaldo Imprenditore, Business, Corporate e Sport Coach. Sono un consulente aziendale e formatore professionista specializzato nella gestione delle risorse umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *