Home / Articoli PNL / 4 tecniche di PNL per vincere nello sport

4 tecniche di PNL per vincere nello sport

Tutti noi abbiamo sentito almeno una volta di quanto la mente sia capace di incidere sul corpo. Ma questa influenza avviene anche al contrario: infatti pure il corpo è capace di influire sulla mente; per verificare quanto detto è sufficiente pensare a quando hai qualche decimo di febbre… basta questo per notare come la propria mente funziona meno bene rispetto al solito.

Il problema è che raramente si prendono in considerazione questi processi di influenza, malgrado siano importantissimi per il raggiungimento di una prestazione eccellente, tanto mentale quanto fisica, tanto intellettuale quanto atletica. Ed è proprio su questo ultimo aspetto che mi vorrei concentrare in questo post, per parlarti di come la PNL può essere utile per lo sport.

Riuscire a raggiungere un buon livello di concentrazione prima o durante la gara, resistere allo sforzo e utilizzare ad un livello ottimale le proprie energie nel momento decisivo, credere nelle proprie capacità anche nelle fasi più difficili di una manifestazione sportiva: sono queste i fattori che aiutano a fare la differenza tra un atleta capace di vincere e chi, nella migliore delle ipotesi, dovrà accontentarsi del secondo posto.

Osservando le riviste di sport, dove vengono elencati i vincitori dei campionati e dei tornei nelle varie discipline sportive, è possibile notare che ci sono alcuni nomi che compaiono costantemente. Diciamoci la verità, per i concorrenti deve essere parecchio frustrante non solo gareggiare contro questi atleti, ma anche vedere i giornali di settore che parlano sempre di loro.

Il punto è che a volte si ha l’impressione che ci siano delle persone programmate per il successo, e altre che non sono in grado di uscire fuori dai momenti difficili.  È probabile che questi ultimi non sappiano creare delle soluzioni, oppure non siano in grado di vedere oltre il problema che al momento hanno di fronte.

Proprio per questo possiamo affermare con sicurezza che i risultati che raggiungiamo come sportivi sono frutto di due elementi fondamentali ed entrambi indispensabili per essere vincenti: l’allenamento fisico e quello mentale.

Ciò che l’atleta pensa ed immagina nella sua mente prima e durante la gara determina i risultati che potrà raggiungere. Quindi, i grandi atleti che riescono a coniugare un allenamento fisico intenso ad un atteggiamento mentale costruttivo e motivante riescono ad accedere alle proprie risorse e potenzialità nascoste e svilupparle al meglio.

Proprio grazie alle strategie e alle tecniche offerte dalla Programmazione Neuro Linguistica è possibile aumentare la qualità delle proprie prestazioni sportive. L’intensità con cui si affrontano gli allenamenti, il desiderio di vittoria e la focalizzazione continua sul successo sono tutti elementi fondamentali. Ma è altrettanto importante ottenere lucidità mentale, fluidità di pensiero, capacità di liberarsi di influenze negative e migliorare la qualità della concentrazione.

La PNL offre strumenti potentissimi per incrementare la performance sportive e permette di raggiungere facilmente lo stato mentale ideale in grado di portare ai migliori risultati.

Ma quali sono le tecniche e i temi su cui si concentra la PNL in ambito sportivo?

Vediamole insieme!

 

ANCORAGGIO

Grazie alle tecniche di ancoraggio è possibile stimolare le risorse interiori necessarie nei momenti più critici. Possiamo riassumere il funzionamento di questa tecnica in codesto modo: il coach sportivo esperto in PNL porta gradualmente l’atleta in uno stato di notevole sicurezza in se stesso, di certezza delle proprie capacità e del raggiungimento del risultato stabilito. E, quando l’atleta raggiunge tale stato di grande autostima, lo ancora ad un qualsiasi gesto (per esempio ad una pressione in una parte del corpo o ad una frase da dire). In questo modo, quando l’atleta si troverà in una situazione in cui necessiterà di provare nuovamente uno stato emotivo e cognitivo come quello raggiunto in precedenza con l’operatore PNL, potrà utilizzare l’ancora scelta (il gesto o la frase) ed attraverso di essa evocare lo stato associato a quell’ancora.

 

OBIETTIVI BEN FORMATI

Un altro compito fondamentale del coach esperto in PNL è quello di aiutare il proprio atleta a fissare degli obiettivi e stabilire un piano d’azione per raggiungerli. Per questa ragione è fondamentale che gli obiettivi sappiano motivare, siano realistici, raggiungibili e gratificanti. Può sembrare assurdo ma non sempre un atleta si pone un obiettivo chiaro. Un esperto in PNL sa bene che per definire in modo dettagliato i “goal” della prestazione è necessario conoscere quale sarà lo stato d’animo che lo accompagnerà durante la gara, come attingere alle proprie risorse nel caso in cui la situazione diventi complicata e sforzarsi di visualizzare nei minimi dettagli quali saranno le mosse che gli permetteranno di vincere. Solo una volta definiti i propri obbiettivi è possibile concentrare i propri sforzi per il loro raggiungimento e, soprattutto, riuscire ad accettare gli insuccessi come tappe fondamentali per l’ottenimento di risultati fortemente voluti.

Se vuoi approfondire l’argomento e scoprire come si costruisce un obiettivo ben formato, clicca qui e leggi l’articolo che affronta il tema in modo specifico.

 

CAMBIAMENTO DELLE CONVINZIONI LIMITANTI

Un tema di grande importanza sviluppato dalla PNL è quello legato all’analisi ed al superamento delle convinzioni limitanti: l’atleta, infatti, può scoprire caratteristiche di sé che erano nascoste, qualità che possono permettergli di avere una migliore prestazione. Un bravo coach esperto in PNL dello sport deve saper offrire al suo atleta gli strumenti necessari per far emergere ogni sua capacità nascosta. Lo scopo è quello di abbattere quelle convinzioni limitanti sulla bontà delle proprie potenzialità e su quello che potremmo raggiungere (i classici esempi di convinzioni limitanti sono: “non ci riuscirò mai”, “è impossibile per me superare quell’ostacolo“, ” non ci sono mai riuscito e non ci riuscirò mai. Insomma, quelle credenze di cui noi siamo fermamente convinti e che contribuiscono a costruire la nostra realtà). Attraverso le tecniche offerte dalla PNL si possono cosi trasformare le credenze limitanti in motori per sfruttare le proprie potenzialità al meglio, passando per esempio da “non posso riuscire” a “posso provare”.

Cliccando qui, puoi trovare spiegata nel dettaglio una tecnica che serve proprio al cambiamento delle convinzioni limitanti.

 

VISUALIZZAZIONE CREATIVA

Una delle tecniche più suggestive della PNL applicate in ambito sportivo è sicuramente la visualizzazione creativa. Partendo dal concetto della mente quale strumento impegnato di continuo in attività di immaginazione e, conseguentemente, portato a elaborare risposte sulla base delle immagini da esso stesso create (talvolta prendendole anche per realtà), potrebbe tornare utile utilizzare volontariamente il processo immaginativo della mente. Dopo aver definito e descritto in modo dettagliato l’obiettivo, l’atleta può visualizzare creativamente tutta la gara così come se la stesse ricordando. Risulta essere utile al raggiungimento del suo obiettivo finale anche arricchire le scene di particolari positivi e motivanti concedendosi il lusso di non avere paure e freni. La tecnica consente all’atleta di entrare in seguito nella visualizzazione al momento della gara effettiva con lo stato emotivo positivo e la predisposizione vincente che era riuscito ad evocare nella visualizzazione generata precedentemente. La manipolazione dei processi immaginativi risulta quindi essere uno strumento utilizzato dalla PNL con grandi risultati in ambito sportivo ed in particolare per migliorare le proprie tecniche motorie, per controbilanciare le immagini negative di errori commessi o che si teme di commettere con immagini positive, per rilassarsi prima e dopo la prestazione sportiva, per ottenere autostima prima di una competizione, per pianificare le strategie da adottare, per riuscire a mantenere la calma nel corso d’una gara, per imparare dai propri errori e dai proprio insuccessi.

 

Queste quattro tecniche possono fare la differenza tra un successo sportivo e un insuccesso. Sempre più atleti, infatti, si rivolgono a dei mental coach specializzati in Programmazione Neuro Linguistica ed il motivo è molto semplice: i risultati di un buon allenamento mentale sono stati finalmente sdoganati, ed è evidente notare come questo incide sulla prestazione fisica, al punto tale da fare un enorme differenza rispetto a chi, invece, si dedica unicamente a quello prettamente sportivo.

Se anche tu vuoi iniziare a sperimentare praticamente queste tecniche, clicca qui e inizia a diventare un practitioner di PNL

Su di me Roberto Castaldo

Mi presento sono Roberto Castaldo Imprenditore, Business, Corporate e Sport Coach. Sono un consulente aziendale e formatore professionista specializzato nella gestione delle risorse umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *