Home / Articoli PNL / 4 azioni da compiere per superare i pensieri limitanti

4 azioni da compiere per superare i pensieri limitanti

Impariamo ad affrontare i pensieri limitanti

Molto spesso ci capita di desiderare fortemente di raggiungere un determinato traguardo o obiettivo, magari qualcosa che ha stuzzicato la nostra fantasia e la nostra mente fin da quando ce ne siamo innamorati da bambini, oppure qualcosa che ha trovato la luce solo negli ultimi anni, mesi, giorni, ma che non per questo può essere definito soltanto un capriccio dettato dall’invidia o dalla gelosia nei confronti di chi ce l’ha fatta.

Tutti noi, in ogni singolo giorno della nostra vita, abbiamo qualcosa alla quale puntiamo, miriamo, che vogliamo guadagnare con più o meno convinzione ma che, alla fine, il più delle volte, resta lì, come qualcosa di irrealizzabile.

Perchè avviene ciò?

Semplice: la nostra mente e i nostri pensieri non sempre riescono a seguire ed assecondare la nostra volontà e i nostri desideri, ma anzi, molto spesso la limitano. Ora non c’è una spiegazione scientifica per tutto ciò, per quei comportamenti che non ci permettono di fare il salto di qualità nella nostra vita e raggiungere le più alte vette, sia dal punto di vista professionale che privato, eppure sono parte di noi, anzi, in alcuni casi, si impossessano totalmente del nostro essere.

Con queste parole possiamo definire i cosiddetti pensieri limitanti, quegli atteggiamenti che risuonano nella nostra testa sotto forma di “non ce la potrò mai fare”, “è troppo difficile per me”, “non ne sono capace”; i pensieri limitanti si generano in noi senza neppure accorgercene, quando, crescendo, ci troviamo di fronte a situazioni che non sempre riusciamo a comprendere a pieno e che, proprio a causa di questa errata conoscenza, creano dei paletti, degli ostacoli, delle zavorre nella nostra mente, che ci “ancorano” a terra e rendono vani tutti i nostri sforzi di crescita.

Ognuno di noi, purtroppo, ha dei pensieri limitanti, che ci impediscono di realizzare i nostri sogni, eppure questa situazione non deve essere affrontata in maniera passiva e subita, perchè è sempre possibile eliminare i pensieri limitanti assumendo un atteggiamento più corretto (leggi anche http://www.pnlcorsi.it/motivazione-ed-autorealizzazione-la-piramide-dei-bisogni-di-maslow/).

In che modo?

Mettendo in pratica, attraverso quattro semplici passi, le azioni che possono farci prendere pieno possesso della nostra vita.

  1. Identificare tutti i pensieri limitanti, scoprendo qual è quell’idea che ci sta letteralmente paralizzando. In questa prima fase è di fondamentale importanza analizzare con attenzione tutti quelle che sono le nostre convinzioni, in modo da trovare i pensieri “devianti”, i quali, il più delle volte, sono cose alle quali noi crediamo davvero, che ci sembrano delle verità assolute, ma che in realtà sono semplicemente delle bugie che ci siamo creati nella nostra mente per giustificare qualche fallimento e trovarci in pace con la nostra coscienza. Per rendere più facile l’identificazione dei pensieri limitanti, è bene aiutarsi prendendo nota di tutte quelle che sono le idee che reputiamo vere su noi stessi e che ci definiscono; una volta completata la lista, sarà importante valutare ogni singolo punto definendo:

  • idee basiche nella nostra vita,

  • in che modo queste influiscono sulle nostre relazioni,

  • se si tratta di pensieri limitanti o ce ci spronano all’azione.

E’ necessario mantenere la mente aperta ad ogni informazione che acquisiamo, con l’intento dichiarato di capire quali sono i valori che sostengono (o limitano) la nostra condotta di vita.

  1. Non fare paragoni con gli altri, perchè ogni volta che ci confrontiamo con qualcun altro perdiamo un po’ della fiducia in noi stessi, sentendoci inferiori nei confronti di chi abbiamo utilizzato come nostro termine di paragone. Paragonarsi agli altri significa mettere in risalto, in maniera quasi ossessiva, tutti quelli che sono i nostri punti deboli, le qualità che non abbiamo, i difetti, offuscando tutte le virtù che ci rendono unici e preziosi. Fare paragoni è del tutto naturale, fa parte dell’essere umano, ma ciò non significa che bisogna mettere in dubbio o screditare il proprio potenziale; è normale trovare persone che abbiano più capacità, esperienza e conoscenze di noi, ma ciò non significa essere gli ultimi in tutto e per tutto. I pensieri limitanti, infatti, scompaiono solo quando ci rendiamo conto di essere persone di successo, in certi ambiti della nostra vita, grazie a quelle che sono le nostre abilità.

  1. Lasciarsi alle spalle il passato, perchè è proprio da esso, e dal modo con il quale reagiamo alle diverse esperienze della vita, che trovano origine i pensieri limitanti più potenti. Gli errori e gli sbagli commessi non definiscono né chi siamo oggi né tantomeno chi saremo nel nostro futuro, perchè questo non si crea a tavolino reggendosi sui nostri pensieri limitanti, ma si costruisce giorno dopo giorno un po’ alla volta; per questo motivo è importante individuare gli errori che si sono commessi, analizzarli e ridimensionarli, in modo da eliminare lo spauracchio dei pensieri limitanti dal nostro domani.

  1. Agire e sfidare i propri pensieri limitanti, in modo da dargli la giusta importanza e il peso adatto all’interno della nostra vita. I pensieri limitanti, infatti, generano solo paura, ansia, infelicità e senso di inadeguatezza che ci fanno smettere di compiere un’azione o rincorrere un determinato obiettivo o traguardo. Invece di permettere che ciò avvenga, impariamo a superare i nostri pensieri limitanti, in modo da essere più forti e consapevoli di avere il pieno controllo della vostra vita.

Eliminare i pensieri limitanti non è facile, ma è possibile grazie al corso PNL Practitioner, tenuto a Napoli dal dott. Roberto Castaldo, Licensed Trainer di PNL e fondatore della 4 M.A.N Consulting.

Raggiungi l’eccellenza umana! Contattaci su www.pnlcorsi.it/contatti/.

Su di me PNL Corsi

PNL Corsi
Mi presento sono Roberto Castaldo Imprenditore, Business, Corporate e Sport Coach. Sono un consulente aziendale e formatore professionista specializzato nella gestione delle risorse umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *